Come rendere la casa a prova di bambino

Culla, passeggino, vestitini: tutto è pronto per il vostro bebè sta per nascere. Sicuri? La casa che finora è stata il rifugio accogliente di due adulti, potrebbe non essere altrettanto sicura per un bambino piccolo. Quali sono i pericoli nascosti in casa?

In camera e in bagno: tutto a portata di mano

I primissimi mesi neo mamme e papà si sentono impacciati e la mancanza di sonno non aiuta certamente a muoversi con sicurezza. In questa fase le cadute accidentali sono gli incidenti più frequenti per un neonato: mai lasciare solo il piccolo sul fasciatoio o sul divano, anche se è “solo per un secondo” mentre si prende il pannolino o il ciuccio.

Particolare attenzione va fatta durante il bagnetto, sono sufficienti pochi centimetri d’acqua perché accada un incidente; infatti l’annegamento è una delle cause di morte principali per i bambini sotto i 5 anni.

Fate in modo che sia tutto a pronto e a portata di mano prima del cambio o del bagnetto, oppure create più postazioni in casa per non dimenticare nulla. In ogni caso, meglio rinunciare alla crema o alla paperella di gomma, piuttosto che correre un rischio inutile.

Niente pericoli a portata di piccoli curiosi

Quando iniziano a tenere in mano oggetti e poi a gattonare, niente è al sicuro dalla loro curiosità. I bambini sembrano avere un radar speciale per gli oggetti fragili e pericolosi!

Ormai è prassi comune coprite le prese della corrente e riporre nei ripiani più alti oggetti taglienti o delicati, tuttavia ci sono altri rischi che non vengono percepiti. Un appendiabiti a piantana può facilmente cadere se il bambino si attacca ad un cappotto, così come il televisore se i cavi sono a portata di mano. Anche libreria, cassettiere e tutti i mobili su cui potrebbe tentare un’arrampicata, vanno fissati al muro.

Un altro rischio potenziale è rappresentato dalle piante ornamentali, poiché vostro figlio potrebbe decidere di mordicchiarne le foglie o strofinarsele sul viso. Nella lista nera delle piante da eliminare troviamo Filodendri, Dieffenbachia, Spatifillo, Tulipani, Narcisi, Crisantemi, Azalee e Stelle di Natale.

Riscaldamento e climatizzazione

I caloriferi possono diventare davvero bollenti in inverno, tanto da poter scottare un piccolo che gattona. Inoltre i modelli di vecchia generazione hanno spigoli e angoli potenzialmente pericolosi. In commercio tuttavia è possibile trovare dei copritermosifoni che creano una barriera sicura e stabile.

I rischi dell’aria condizionata normalmente vengono limitati ad classico “colpo di freddo”, tuttavia un impianto non curato può diffondere nell’aria pericolosi virus e batteri, come la legionella, oltre a muffe e allergeni. Igienizzare e sanificare gli split del condizionatore è una semplice azione che protegge la salute anche degli adulti, ma che diventa particolarmente importante quando in casa ci sono dei bambini piccoli.